Crea sito

Appello ai donatori

In questo momento di grave difficoltà per tutto il Paese, è necessario che tutti i soci Avis si rechino appena possibile presso il centro trasfusionale per effettuare una donazione. Le riserve di sangue, plasma e piastrine si stanno esaurendo e per chi necessita di trasfusioni la situazione è ancora più grave che per altri. Le donazioni si svolgono in assoluta sicurezza per i donatori e per il personale sanitario che opera presso il centro trasfusionale dell'ospedale Umberto I°. Si può capire il timore per una situazione estremamente seria come quella che stiamo vivendo, ma mettiamoci nei panni di chi ha la vita appesa ad un filo, o meglio, ad una sacca di sangue.  Chiamate il numero 380 2195246 per prenotare la vostra donazione. Dateci una mano, grazie.

 

 

 Clicca sui link per leggere tutto...

 ESCAPE='HTML'
 ESCAPE='HTML'

Donare il sangue è uno dei gesti di solidarietà ed altruismo più grandi che ognuno di noi può fare. Ma dietro il semplice gesto di consapevolezza e civiltà si nasconde anche un modo per preservare la propria salute e mantenersi in forma. Il donatore è sottoposto a controlli periodici, esami ematochimici e di controllo del sistema epatico, renale e metabolico, con particolare attenzione al colesterolo, alla glicemia e ai trigliceridi.

L’azione del donare comporta una presa di coscienza dell’individuo, che è stimolato a mantenere uno stile di vita sano: cura l’alimentazione facendo attenzione in particolar modo ai cibi con una dieta ricca di liquidi e di ferro ma povera di grassi; fa attività fisica periodica per mantenersi in forma, si prende maggiormente cura di sè.

Inoltre non c’è nulla di più falso che pensare che privarsi del proprio sangue possa essere un pericolo per il proprio organismo. Di fatto donare aiuta a rigenerare il sangue e ne aiuta il ricambio. Durante la donazione vengono prelevati al massimo 450 millilitri di sangue su una media di circa 5 litri presenti nel nostro corpo.

Recenti studi  hanno anche dimostrato che donare il sangue almeno una volta l’anno aiuta a ridurre il rischio di diabete e di contrarre una malattia cardiovascolare. Questo grazie alla diminuzione dei livelli di ferritina tissutale, e quindi di ferro, che si verifica dopo la donazione di sangue. Le donazioni determinano una riduzione dei depositi di ferro e dei parametri dello stress ossidativo, aumentando il flusso ematico arterioso. Cosa  significa? Esiste un rapporto positivo tra frequenza delle donazioni di sangue e prevenzione di malattie cardiovascolari. Insomma non avete più scuse, donare il sangue aiuta voi e gli altri.

 ESCAPE='HTML'

Aiuta il volontariato, non ti costa nulla. Dona il 5 X MILLE - C.F. 91009650861

 

 

 ESCAPE='HTML'